Informazioni

Ammissione

La nostra procedura di accoglienza prevede una prima fase in cui viene presentata la documentazione sanitaria ed educativa necessaria affinchè la nostra equipe medica insieme alla Direzione, valutino la compatibilità del nuovo ospite con l’organizzazione della struttura e con le persone che da tempo in essa vivono.
Al parere positivo fa seguito l’invito all’ospite e alla sua famiglia, accompagnati eventualmente dai servizi sociali che lo seguono, a far visita alla struttura per una reciproca conoscenza: il Direttore si occupa in prima persona di far visionare ai visitatori tutti gli ambienti della Struttura e di consegnare la Carta dei Servizi.
Successivamente, qualora da entrambe le parti ci sia la disponibilità, si aprono due possibilità:
a) se nella Struttura c’è un posto disponibile si individua la possibile data per l’accoglienza, che si formalizzerà con: la sottoscrizione del Contratto di Ingresso, la consegna della Carta dei Servizi, la presentazione della Scheda Individuale, il rilascio dei Consensi Informati;
b) se non vi sono posti disponibili si procede all’inserimento nella lista di attesa.
Il giorno dell’ingresso l’ospite viene accolto dal personale educativo presso il “centro” e dal personale ASA/OSS per quanto riguarda il nucleo al quale viene assegnato. L’Ufficio Amministrativo si occupa dell’inserimento anagrafiche e assegnazione medico struttura mentre il personale sanitario si occupa della documentazione medica, delle terapie e dell’avvio del FASAS.
Durante il periodo di prova, al fine di un miglior inserimento, i famigliari devono accettare che le loro visite, come frequenza e/o durata, siano regolamentate dalla Direzione.

Cosa portare

Considerate la tipologia dell’Istituto e la patologia degli ospiti, consigliamo di portare soltanto gli effetti personali strettamente necessari, come indicato nell’elenco disponibile presso l’ufficio segreteria e inviato in precedenza con la modulistica di accoglimento. Qualora l’ospite portasse con se denaro o valori, si chiede di consegnarli in Direzione dove verranno custoditi; la nostra RSD non può assumersi alcuna responsabilità per il furto o lo smarrimento di qualsiasi oggetto non depositato come richiesto.
Gli indumenti devono essere marcati con un numero o sigla di riconoscimento ed accompagnati da un elenco descrittivo.
Sono inoltre necessari:
• tessera sanitaria rilasciata dall’Azienda Sanitaria Locale in originale
• tessera di esenzione dal pagamento di ticket, nel caso di eventuale esenzione, in originale
• verbale di invalidità
• carta d’identità in originale
• contrassegno parcheggio per disabili
• eventuali cartelle cliniche ed esami diagnostici in possesso
• certificazione medica delle terapie in corso e piccola scorta delle stesse per non interrompere la loro assunzione
• documentazione attestante le vaccinazioni eseguite
• eventuale tutela

Dimissione

La richiesta di dimissione o di trasferimento dalla nostra struttura può avvenire:
• per libera scelta dell’utente o dei suoi famigliari o dei servizi territoriali che hanno provveduto all’inserimento;
• a seguito motivata segnalazione dei medici della Struttura in accordo con la Direzione;
• in adempimento dell’art. 11 del Contratto di Ingresso.
Gli aspetti coinvolti sono di diversa natura:
• la Continuità Assistenziale (che secondo il Glossario della OMS del 1998 si compone della continuità dell’informazione, della continuità gestionale, della continuità relazionale)
• l’informazione a tutti gli interessati (operatori del/dei nucleo/i, nuovi eventuali compagni di camera, parenti, ufficio, lavanderia, cucina, educatori, fisioterapia, ecc….)
• la gestione e trasferimento degli effetti dell’ospite
• il trasferimento logistico (decisione della modalità di trasporto, spostamento di eventuali ausili, accordi con la famiglia e Istituzioni, ecc…).
Al momento della dimissione verrà consegnata una relazione socio- sanitaria relativa al periodo di presenza nella struttura, con indicate le cure prestate e lo stato di salute; una relazione educativa sulle attività svolte e sugli eventuali cambiamenti emersi.
Copia del FASAS o estratto di esso verranno rilasciati qualora ne venga fatta specifica richiesta scritta (vedi allegato A).
L’Ufficio Amministrativo si occuperà di tutte le pratiche che conseguono la dimissione.

La retta

Viene determinata dal Consiglio di Amministrazione a cadenza annuale.
Qualora insorgessero motivazioni tali da richiederne un adeguamento ad anno iniziato, gli interessati saranno tenuti a seguire le nuove disposizioni. Non sono previste modalità standard di partecipazione ai costi: le diverse figure a cui si procederà alla fatturazione vengono definite con il Referente in fase di sottoscrizione del Contratto di Ingresso. La retta comprende tutte le prestazioni indicate nel tariffario (vedi allegato A) come “servizi di base”; esclude ovviamente quelle elencate come “servizi extra”.

I controlli

La nostra RSD è sottoposta ai controlli previsti dalle normative vigenti, da parte degli organi preposti. Pertanto anche quanto indicato nella CARTA DEI SERVIZI rientra tra gli argomenti sottoposti a controllo, a tutela del cittadino.
Il Consiglio di Amministrazione de “La Casa di Franco” nella seduta del 15-12-2011 ha nominato i componenti dell’Organismo di Vigilanza come previsto dal D.Lgs. 231/2001 e nella seduta del 23-05-2017 ha rivisto e approvato il proprio Modello di Organizzazione Gestione e Controllo e il proprio CODICE ETICO.